Confermati i dati positivi del mercato immobiliare

30/09/13 | Nessuna risposta

I segnali indicano un miglioramento del mercato rispetto al primo trimestre 2013, anche se il trend rimane sempre e comunque negativo. I mesi osservati sono stati quelli tra Aprile e Giugno e, rispetto al 2012, il mercato delle compravendite è in calo del 7,7%, in salita del 6% però rispetto al primo trimestre di quest’anno.

La città che non è quasi per niente intaccata da questo andamento è Milano, mentre sembra essere decisamente crollato il mercato di Genova che registra un -15,7%. Per il resto i grandi centri sono quelli che soffrono meno, soprattutto Bologna e Napoli che segnano addirittura un miglioramento rispettivamente del 5% e del 1,8%, in quest’ultimo caso forse anche a causa della dismissione degli immobili pubblici del Comune napoletano.

L’Italia rimane fondamentalmente spaccata in due anche in questo caso: il Nord registra il calo minore con un -7,6%, mentre Centro e Sud vivono un calo del 10,6% e del 10,7%. Dopo Genova soffrono molto anche Firenze con una contrazione delle compravendite dell’11,3%, ma che rimane anche una delle città più care a livello di prezzo per metro quadro e Palermo con un -9,4%, nonostante sia risultata la città con i costi più contenuti. Il capoluogo toscano e la Capitale rimangono le città dove comprare casa costa mediamente di più, con prezzi che superano i 3.000€ al metro quadro.

Secondo l’Agenzia delle Entrate i soldi investiti in Italia per la compravendita di immobili nel primo semestre di quest’anno, al netto delle tassazioni, sono stati circa 34 miliardi di euro. Il costo medio nazionale di una casa è stato di 164.000€, dato che è in calo dell’1,4% rispetto allo stesso periodo del 2012.

Fonte: news.immobiliare.it